4WuZHVegXm1cjf7tl8WGMqKqxE0 LA FIAMMA DEL PECCATO: Tribeca Day 8 - Ancora delusioni a New York...

giovedì 25 aprile 2013

Tribeca Day 8 - Ancora delusioni a New York...

Se nei giorni scorsi il Tribeca Film Festival aveva messo in programma film in cui bastavano in fondo le interpretazioni di alcuni ottimi attori a tenere a galla le sorti dei loro rispettivi lungometraggi, la giornata di oggi ci ha invece proposto prodotti che neppure nomi piuttosto altisonanti sono riusciti a salvare dalla bocciatura.

The English Teacher di Craig Zisk avrebbe potuto essere un altro piccolo ritratto al vetriolo sul sistema scolastico americano, magari sulla scia comica di Bad Teacher, e invece si dipana come un'operetta moraleggiante e piena di caratteri banali. Julianne Moore come protagonista è imprigionata in un personaggio che abbiamo visto così carastterizzato centinaia di volte, con tanto di catarsi finale alla camomilla. Accanto a lei Greg Kinnear, Michael Angarano, Lily Collins e un Nathan Lane che ancora una volta scimmiotta se stesso. La monotonia delle situazioni e dello sviluppo narrativo sprofondano ben presto il film nella noia, da dove ahimé non si risolleva mai.


Tanto meglio non è andata con A Single Shot di David M. Rosenthal, thriller di provincia che mescola nella trama e nei toni Un gelido inverno, Non è un paese per vecchi e Soldi sporchi, piccolo grande gioiello semidimenticato di Sam Raimi. L'eccessiva lentenzza a verbosità delle scene impantanano il film in un ritmo a tratti abbastanza insostenibile, che affievolisce anche i momenti che avrebbero dovuto essere più tesi. Si arriva così allo showdown finale in maniera prevedibile e stanca. Il cast è ancora più impressionante di The English Teacher: in A Single Shot troviamo infatti Sam Rockwell, Kelly Reilly, Jason Isaacs, William H. Macy, Jeffrey Wright, Ophelia Lovibond e Ted Levine. Ognuno di questi talentuosi attori ha dato il meglio altrove, non certo in questo film sfilacciato e lentissimo.